Primo giorno d’asilo

In questi giorni si parla di inserimento all’Asilo, primo giorno di Scuola e riflettendo riguardo a questo mi sono chiesta ma dove caspita stiamo correndo tutti??? Che fretta c’è di lasciare un bimbo di 2/3 anni all’Asilo?

L’Asilo dovrebbe essere un’opportunità che offriamo ai nostri figli di socializzare, di inserirsi nel mondo, di esprimersi liberamente senza la nostra presenza, senza il nostro costante occhio vigile di genitori. E invece si assiste ad un miscuglio di persone, grandi e piccini, che senza essersi mai conosciuti e presentati, cercano frettolosamente di “separarsi” e per di più col sorriso.

Ma perché io bambino di 2/3 anni dovrei accettare con serenità di essere lasciato da mia mamma, che si presume essere la mia figura di sicurezza, senza protestare o mostrare la minima preoccupazione? È terribile! Una cosa del genere è angosciante e per di più fatta in tutta fretta perché così fa meno male. Il dolore negato non è meno doloroso. Tapparsi un occhio di fronte alla sofferenza non la fa sparire né ci aiuta a non sentirla, ma ci isola.


10 Luglio 2014 0