Ricorda di volerti bene…

Mai si è troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. (Epicuro)

Ricorda di volerti bene…

27 Agosto 2014 Blog scritti 0

Francesca è una donna come tante… o forse no. Francesca ha trovato dentro di sé ali per volare.

Le ho chiesto di prestarci le sue parole, per condividere e per aprire porte tramite la sua consapevolezza sofferta e cresciuta.

Grazie Francesca

Cristina Fiore

 

Visita il blog di Francesca

Ciao a tutti,
non ho mai avuto un blog ma ne seguo tanti.
ho ricevuto TANTO dai blog e ho avuto la presunzione che forse, nel mio piccolo, potrei dar qualcosa.
mi chiamo Francesca, 43 anni compiuti a maggio.
la mia storia ha inizio nel 2010 quando, grazie ad una carissima amica ho iniziato a pensare alla frase che dà il titolo al mio blog.
RICORDATI DI VOLERTI BENE
Quanto spesso ce lo ricordiamo?
io non mi volevo bene, mai.
non perchè non mi amassi, sì lo so che è discorso contorto.
non pensavo a me stessa…
una famiglia, problemi… e la valvola di sfogo era il cibo!
appianava tutti i mali e le preoccupazioni e in poco tempo sono passata dagli 80kg post parto a ben 132 !!!!
ho dovuto toccare il fondo prima di decidermi che era arrivato il momento di VOLERMI BENE !!!

Bisogna toccare il fondo vero?
Già è un modo di dire ma credo che tutti i modi di dire siano nati dall’esperienza delle persone.
Quando pesi 132 kg e sei alta 1,70 m, sei più larga che alta e anche le cose quotidiane diventano difficili, a volte impossibile.
Pensate alla semplice operazione del mettersi le calze…
Bè, non ce la facevo: non arrivavo ai miei piedi!
La pancia, il seno, lo stomaco erano così grandi da impedirmi di vedermi i piedi.
Allacciarsi le scarpe poi???
Impresa titanica.
Fare le scale? Impossibile!
Fare le normali faccende domestiche? Quasi impossibile.
Ero lenta a muovermi, ero sempre stanca pur non facendo nulla
E più la mia famiglia mi diceva che dovevo dimagrire più io mangiavo e mangiavo.
Sono arrivata ad essere una super obesa perchè mangiavo come tre o forse 4 persone!
Mi vien da ridere quando sento di alcune persone in sovrappeso che dicono di non non capire come mai sono in tale condizione pur mangiando poco!!!
Allora: guardiamo in faccia la realtà.
O si soffre di qualche patologia per cui il sovrappeso ne è diretta consuguenza, o si assumono farmaci che possono avere tra gli effetti collaterali l’aumento di peso, oppure ci si trova in una qualche condizione fisica che comporta l’aumento di peso, OPPURE <strong>si ingrassa perchè si mangia più di quello che si brucia!</strong>
é una formula matematica: non si scappa!
Se mangio più di quello che “brucio” inevitabilmente, ingrasso, se sono una persona sana senza patologie particolari!!
Accettare la situazione, ammettere con se stessi che l’aumento di peso dipenda da noi, è il primo passo per iniziare a volersi bene.
A me è occorso tanto tanto tempo: non mi sembrava di mangiar tanto, lo facevo di nascosto e ai pasti mangiavo quasi nulla!
Mangiavo forse poco, quantitativamente parlando, ma introducevo tanti, troppi grassi e ovviamente prediligevo i cibi spazzatura: IL CIBO ERA UNA DROGA!
Mi faceva star bene, mi dava soddisazione: perchè rinunciarci?
Stavo bene!
Le difficoltà che incontravo nelle vita quotidiana non mi disturbavano più di tanto… riuscivo a trovare dei compromessi per avere, credevo, una vita accettabile.
In effetti non era così: non può essere accettabile una vita in cui non riesci ad allacciarti le scarpe!
Non lo può essere quando arrivi ad ordinare un pantalone taglia 62/64 e ti accorgi che ti va stretto!!!!!
Eppure era così e non mi andava di far nulla per cambiare la situazione.
Vi lascio la foto di me, con i miei pantaloni taglia 62/64: vedete voi la differenza!!!
La mia “facciona” nel prossimo articolo 😉

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter Captcha Here : *

Reload Image

Questo sito utilizza cookie di terze parti per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Acconsenti all'uso dei cookie cliccando su "Accetto" nel banner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi