Non è possibile. Non può lasciarmi.

Mai si è troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. (Epicuro)

Non è possibile. Non può lasciarmi.

4 Maggio 2015 Blog counseling 0

P. è alta, bella, magra, molto curata. Siede in punta alla sedia e tormenta la cerniera della borsa con l’indice della mano destra.

Ha occhi chiari e folte ciglia, uno sguardo nervoso, mai fermo. Un po’ sfuggente, un po’ spavaldo.

P: Non capisco cosa sia successo tra noi. Se ne è andato e dice che ama un’altra, dice… Ma io non ci credo. Se ami è per sempre, Sennò non è amore. e poi così… da un giorno all’altro. Abbiamo guardato insieme il catalogo dell’agenzia di viaggi per prenotare la nostra vacanza. Abbiamo commentato insieme le foto di quelle spiagge bianche. Non ci credo, e sono arrabbiata.

Lo dice ridendo, nervosa. Le labbra si tendono a mostrare denti stretti. Si sposta un po’ sulla sedia. Mi guarda.

P: E’ vero che non è possibile? Cioè… uno non può guardare il catalogo per le vacanze e poi due giorni dopo dirti che ha un’altra. Non è vero, non mi torna.

C: Trova il comportamento di suo marito incongruente e poco comprensibile.

P: Assurdo! Assurdo! Più di incongruente! Assurdo!

Alza un po’ il tono di voce, trattiene le lacrime.

P: Cioè, F. è un uomo molto razionale, al limite del freddo… Non è uno che fa colpi di testa. Programma tutto, ha sempre programmato tutto. Non potrebbe fare queste cose così, da folle… Non lo farebbe mai. Ma uno può fare così? Potrebbe essere lo stress. Secondo me non sta bene. Ecco, si. Forse non sta bene. E’ successo qualcosa nella sua testa che non lo fa ragionare. Come quelli che dicono tutti che sono bravi e poi uccidono la moglie.

Silenzio. Annuisce tra sè. Cerca nella borsa, guarda il telefonino. Lo ripone.

P: Può essere che stia male? Cioè che sia malato di nervi?

C: La farebbe star meglio pensare che la decisione di suo marito sia dovuta ad un disturbo?

P: Ma… Può essere così?  Cioè, secondo lei, può essere che si sia ammalato di testa e che non sia in grado di comprendere bene ciò che sta facendo, ciò che lascia.

C: E’ inaccettabile per lei che F. possa amare qualcun altro, che possa decidere di non voler stare con lei.

P: Ma non solo per me. Anche sua madre dice che non lo riconosce più, che non è più lui. Non riesco a capire; ma non solo io! Tutti! Tutti dicono che non si spiega questo suo cambiamento.

C: Le sembra di aver a che fare con un’altra persona e questo la confonde. Forse la impaurisce?

P: Si, si, ecco. Paura. Ho paura anche di non aver capito nulla, di non aver capito da prima.

C: Da prima?

P: Si, da sempre. Forse sono io che ho pensato F. diverso da ciò che è veramente. Magari lui è così e io non lo vedo. Non l’ho mai visto bene. Che scema che sono.

Piange.

P: Ma può essere che non abbia capito nulla? Che non sappia chi ho sposato?

C: Il fatto che F. dica di non amarla più la fa sentire dubbiosa anche rispetto ai sentimenti che provava in precedenza, come se fosse vittima di un inganno?

P: Si, mi sento così. Come se mi avesse raccontato sempre bugie. Ma si possono raccontare 15 anni di bugie? E poi… sarebbe stato un attore fantastico.  Se le faccio vedere le foto dei nostri viaggi si rende conto di quanto eravamo felici e stavamo bene. Si vede l’amore. Si vede che mi amava. Posso farle vedere una foto?

Prende il telefono dalla borsa e mi mostra una coppia sorridente ed abbrozantissima in cui lui cinge con un braccio la vita di lei. Belli penso, davvero belli.

P: Vede! Si può pensare a tutto ma non che lui non fosse innamorato. Si vede proprio. E poi io lo sentivo che mi amava tanto.  E adesso, cosa faccio senza F? Come vivo? Sono come senza le gambe; priva di una parte di me; priva di qualcosa di assolutamente mio.

Silenzio.

C: senza le gambe…

P: Forse devo lavorare sullo stare senza, sull’essere senza. Sull’essere P. anche senza F.

Racconto  di un incontro di counseling.
Il testo è stato approvato dalla cliente che ha acconsentito alla pubblicazione in questa forma.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter Captcha Here : *

Reload Image

Questo sito utilizza cookie di terze parti per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Acconsenti all'uso dei cookie cliccando su "Accetto" nel banner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi