Creare spazio

Mai si è troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. (Epicuro)

Creare spazio

15 Settembre 2015 Blog comunicare counseling 0

Ottavo incontro di counseling; il tema ruota intorno ad una storia che S. ha da qualche mese con T. Lei (S), si sente molto più coinvolta di quanto lo sia lui e porta negli incontri la sofferenza e la frustrazione di chi vorrebbe avere qualcosa di più.

[S]: Le dicevo che la storia con T. mi fa soffrire. Mi pare che si viva una situazione gradevole insieme ma lui non mi cerca mai, aspetta che sia io. Inoltre, non saprei, lo sento lontano… A me interessa, piace, ma mi pare che lui mi subisca.  E anche il suo desiderio… è come se seguisse il mio. Non so se mi spiego…

[C]: La sofferenza si lega al fatto che vorrebbe fosse lui a muoversi per primo, mi pare.

[S]: Beh si. Se lui lo facesse mi darebbe conferma, mi farebbe sentire amata, voluta. Così invece… È come se elemosinassi amore. Mi fa sentire sempre uno scalino sotto.

[C]: Lei usa il verbo elemosinare…

[S]: Si si. Di questo si tratta. Briciole. Avanzi. Avanzi per me. Quello che gli resta da spendere. Che tristezza adattarsi a questo. Forse dovrei lasciarlo andare.

[C]: Sente che non è soddisfacente questa relazione ma qualcosa le impedisce di chiuderla. È così?

[S]: Oh si! Ho un così grande bisogno di amore che mi va bene anche questo avanzo. Come un affamato… Pur di mandar giù qualcosa, pur di riempire la voragine dello stomaco. Ma perché mi faccio questo? Non mi manca nulla. Sono ancora una donna corteggiata, ho un buon stipendio, un ottima posizione sociale. Che bisogno ho di lui?

[C]: Quali parti di S. sono soddisfatte da questa relazione?

[S]: Si… ecco si. Non voglio stare sola, non voglio essere lasciata. Non voglio che mi dica che se ne va, che magari preferirebbe un’altra donna. Se succedesse mi sentirei malissimo. Uno schifo. E quindi mi attivo tantissimo perché lui non mi dica che se ne va. Lo rincorro, ecco. Lo inseguo.

Pausa. Sospira. 

[S]: E invece dovrei lasciare andare. Lasciare andare creerebbe spazio.

Racconto  di un incontro di counseling.
Il testo è stato approvato dalla cliente che ha acconsentito alla pubblicazione in questa forma.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter Captcha Here : *

Reload Image

Questo sito utilizza cookie di terze parti per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Acconsenti all'uso dei cookie cliccando su "Accetto" nel banner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi