CiaoLapo incontra gli operatori dell’Asl imperiese

Mai si è troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. (Epicuro)

CiaoLapo incontra gli operatori dell’Asl imperiese

5 Gennaio 2016 Blog lutto 0

articolo di Cristina Petrozzi,
Counselor professionista iscritta al registro di categoria REICO

Le notizie di cronaca sanitaria sanitaria di questi ultimi giorni sono davvero tristi. Troppe mamme in attesa dei loro bambini perdono la vita insieme a loro per cause diverse e spesso a noi, che le apprendiamo dai media, non note.


Come scrive C. Ravaldi , medico psicoterapeuta, presidente della onlus CiaoLapo che si occupa di sostegno al lutto perinatale, in un post che cerca di portare sostegno a mamme in gravidanza molto preoccupate, la medicina ha fatto passi da gigante per la salute in gravidanza. Non possiamo e non dobbiamo demonizzarla. Comunque è una scienza e come tale studiata e gestita da uomini. Non è onnipotente.
Ripenso quindi con soddisfazione all’opportunità avuta qualche giorno prima di Natale di presentare CiaoLapo e le sue attività nella riviera ligure di ponente ad un gruppo di operatori riuniti all’ospedale di Imperia per assistere alla proiezione del film “Return to Zero”, distribuito in Italia attraverso questa onlus per sensibilizzare sul lutto perinatale.

L’accoglienza calorosa, il desiderio di conoscere le attività di CiaoLapo, la partecipazione empatica mostrata nella discussione successiva alla visione del film, dimostra che esiste la volontà da parte di chi si occupa della salute di mamma e bambino nel percorso della gravidanza, di continuare a migliorarsi e non solo dal punto di vista tecnico, ma anche da quello umano.
L’incontro con CiaoLapo e la proiezione del film sono stati fortemente voluti dalla dottoressa Gemma Picciarelli, una giovane ginecologa che si occupa specificamente di gravidanze a rischio, in particolare nel primo trimestre. La sua determinazione insieme a quella di una mamma speciale, ha coinvolto il primario dell’asl Imperiese, dott. Abate, che si è entusiasmato per le attività di CiaoLapo sulle quali si è attentamente documentato. Questo entusiasmo ha fatto sì che lui stesso abbia voluto presentare l’associazione ai suoi operatori e che abbia invitato all’evento una sua paziente, mamma speciale, a parlare della sua esperienza.
Quindi un’occasione dedicata a Ciaolapo in cui CiaoLapo da me rappresentata, è stata un ospite accolta con calore e interesse.

La visione del film Return to Zero, che racconta la storia di una coppia che perde il suo primo figlio a termine gravidanza e delle conseguenze di questa perdita sulla loro vita familiare e sociale, è stata seguita con intensa partecipazione. Mi stupisco sempre un po’ di tanta commozione da parte degli operatori sanitari. Ma proprio una di loro ha osservato quanto sia importante fare i conti con i propri lutti per poter sostenere le persone che assistono nel momento acuto della loro perdita. Una verità sacrosanta che a volte do per scontata, visto che con il lutto ci lavoro.
Questi operatori mi ricordano che nel mondo della medicina non è ancora così e che la nostra attività di formazione in questo senso ha davvero un grosso valore. Valore rappresentato anche da un gesto simbolico, come quello di presentare e donare le memory box di CiaoLapo, perché gli stessi operatori si prendano l’impegno e la responsabilità di consegnare ai genitori dolenti e dalle braccia vuote qualche piccolo ricordo del loro bambino da portare a casa. E in qualche modo cominci dal loro sostegno il lavoro di colmare o meglio contenere, quel vuoto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter Captcha Here : *

Reload Image

Questo sito utilizza cookie di terze parti per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Acconsenti all'uso dei cookie cliccando su "Accetto" nel banner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi