Tag Archives: educazione prenatale

L’agire degli stimoli sullo sviluppo della sensorialità fetale

Il bimbo prenatale è continuamente stimolato da suoni, rumori, voci e odori provenienti dalla cavità endouterina o dall’ambiente esterno. Il liquido amniotico e la placenta sono i primi trasmettitori e conduttori delle stimolazioni colte dal feto (Nathanielsz 1). Il bimbo endogestazionale è quindi dotato della capacità di ricevere stimoli e di entrare in contatto con il mondo; questi stimoli determinano la crescita neurofunzionale, cerebrale e motoria del feto. La respirazione veloce, che si ha quando la madre fuma, è considerata come uno sforzo da parte del feto per procurarsi sufficiente ossigeno. Questi fatti mostrano che la respirazione è uno dei primi comportamenti ad essere influenzati dallo stile di vita e dal grado di cultura della madre.

(altro…)

  1. Un tempo per nascere. Le nuove conoscenze sulla vita prenatale, Bollati Boringhieri

Read More

Fiore Cristina

Responsabile Area PsicoPedagogica del Centro Studi “Bene con Sé Bene Insieme“
Formatore AIF N. 835, Professional Advanced Counselor,
Formatore Gordon, Prenatal Tutor
N. A0311 AssoCounseling
Certificato di Competenza Professionale in Counseling (CCPC)  N. REG-A0311-2010
N. 3031 CNCP

Contatto:

(altro…)

Read More

Lotus birth, nascere con la placenta

Cosa significa “nascere con la placenta”?
Questo modo di dire è utilizzato per descrivere una particolare pratica, chiamata Lotus Birth, che consiste nel non recidere il cordone ombelicale alla nascita del bambino e lasciare che questo si stacchi da solo.
Dentro la pancia della mamma il bambino assume tutte le sostanze di cui ha bisogno tramite il funicolo ombelicale, un cordone che va dall’ombelico del bambino fino alla placenta, che è a sua volta attaccata alla mamma: così mamma e bimbo sono in comunicazione.
Al momento della nascita del bambino la placenta si stacca dall’utero e fuorisce: nella pratica comune il cordone ombelicale viene tagliato e il bimbo separato definitivamente dalla mamma.

Read More

Gravidanza, feto e storia

Il lavoro ci propone uno scorcio circa il vissuto della gravidanza dal medioevo ai giorni nostri.

Marie Morel parte con la considerazione che la gravidanza è per la donna d’altri tempi un momento in cui si rispettano credenze e tradizioni, in cui la donna è sottomessa a divieti così come a consigli e ingiunzioni di famiglia e vicinato. Direi che anche oggi la gravida è immersa in un flusso di informazioni più o meno scientifiche e fondate circa il miglior modo di compiere il viaggio che la porterà a dare alla luce suo figlio.

Read More

C’era una volta un pensiero sulla Luna…

 articolo di Cristina Fiore

C’era una volta un pensiero, sulla Luna, un pensiero colorato come un arcobaleno. Erano le idee di una mamma e di un papà che lo avevano formato. Aveva suoni, quel pensiero, e risposte a mille domande.

Non aveva ancora un corpo, era una nuvola di energia e di bellezza ma non aveva peso. Era accarezzato e dipinto, disegnato e ritoccato, evocato, voluto, amato e sognato. Stava lì, senza fisicità, a pensare che, forse, con un corpo avrebbe potuto fare tante cose che nel suo stato attuale non erano concesse.

(altro…)

Read More

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi